Home arrow Tecnologia I.C. arrow Gianluca Leonetti
Gianluca Leonetti PDF Stampa E-mail
Gianluca LeonettiSono un cultore della Teoria dei percorsi minimi, della logistica, degli "incastri"... in qualsiasi campo.

Dopo la Laurea sono stato disoccupato poco più di una settimana.

Mi sono laureato in Matematica indirizzo Applicativo il 29 marzo 1995 presso l'Università della Calabria di Arcavacata (Cosenza), il 10 aprile 1995 ero già alle Cascine a Firenze presso la S.G.A – S.A.A.M. (Scuola di Guerra Aerea – Scuola di Applicazione dell'Aeronautica Militare) per diventare Ufficiale dell'Aeronautica Militare. La laurea in matematica mi ha donato la polivalenza, la voglia e la capacità di superare esclusivamente con le forze in mio possesso ostacoli apparentemente insormontabili (come per gli esami più difficili del corso di laurea).


Dopo tre anni di servizio presso la S.A.R.A.M. (Scuola Addestramento Reclute) di Taranto in cui mi occupavo di logistica, addestramento e informatizzazione delle 1200 reclute che  mensilmente e ciclicamente venivano in base mi sono guardato intorno, ho dato le dimissioni e ho iniziato a lavorare in una società di informatica che si occupava dell'assistenza sistemistica e applicativa negli uffici giudiziari. Questo lavoro mi ha fatto conoscere da vicino il mondo giudiziario, in particolare il Penale. Il Codice Penale è un insieme di incastri, dalle indagini preliminari alla condanna, al calcolo della pena, che è basato su meccanismi quasi matematici. In questa fase ho sfruttato molto le capacità e le conoscenze matematiche per estrapolare dati e statistiche da grossi archivi.
logo Ministero della GiustiziaHo partecipato a diversi concorsi e, tra quelli superati, ho preferito il ruolo di Esperto informatico del Ministero della Giustizia. Ho passato qualche anno a Padova attualmente lavoro presso il C.I.S.I.A. (Coordinamento Interdistrettuale dei Sistemi Informativi Automatizzati) di Lamezia Terme in Calabria.
 
Il Cisia è alle dirette dipendenze della D.G.S.I.A. (Direzione Generale dei Sistemi Informativi Automatizzati), il suo compito è curare l'informatizzazione degli uffici giudiziari, in particolare:
  • individuare le esigenze informatiche degli Uffici del territorio e pianificare gli acquisti;
  • diffondere presso gli Uffici giudiziari i progetti informatici nazionali;
  • acquisire e fornire pareri di congruità tecnico-economica onde elaborare i capitolati (regole) di gara;
  • curare le relazioni con organismi esterni pubblici e privati;
  • curare l'attività contrattuale e contabile relativa ai servizi forniti da ditte private esterne.
Sono referente di diversi progetti nazionali e faccio parte di diversi gruppi di lavoro per la realizzazione di nuovi sistemi informativi.
Nello svolgere questo compito, mi vengono molto in aiuto le competenze acquisite durante la formazione del Corso di Laurea in Matematica quali l'analisi o la capacità di "immergersi" nel problema nonché la capacità di utilizzo dei maggiori strumenti informatici e di pacchetti software.
Ritengo comunque che non basti fermarsi alle conoscenze acquisite con la laurea ma gli studi fatti per giungere alla meta devono essere da stimolo per allargare e approfondire la propria preparazione. Io ho seguito vari corsi di perfezionamento post lauream, sull'"Impiego degli Audiovisivi nella Didattica" e su "Linguaggi e Tecniche Multimediali" presso l'Università della Calabria, oltre ad un corso di Metodologie Didattiche dell'Aeronautica Militare. Infine vari corsi su Linux e Oracle.

Ritornando alla teoria dei percorsi minimi, aggiungo che ho sposato una collega di studi.
 
                                          famiglia

Per concludere, essere laureato in Matematica in certi ambienti ti fa sentire anche "speciale": ti guardano come un extraterrestre (ma questo non è del tutto positivo), ti raccontano le loro grosse difficoltà in Matematica e io li tranquillizzo con la frase del grande Albert Einstein:

"Non preoccuparti delle tue difficoltà in matematica, ti assicuro che le mie sono più grandi"
 
 (Scritta nel 2007)