Home
Marzia Rivi PDF Stampa E-mail
Mi sono laureata in Matematica con lode all'Università di Modena e Reggio Emilia il 24 marzo 1994. Volendo lavorare nel campo della ricerca, ho tentato la carriera accademica. Dopo aver partecipato a vari concorsi (allora nazionali), ho vinto una borsa di studio per il Dottorato di Ricerca in Matematica all'Università di Firenze. Ho conseguito tale titolo nel 1999 con una tesi sui Sistemi Dinamici Discreti. Parte del lavoro per la tesi è stato svolto all'Università del Michigan (Ann Arbor, USA) ed è stata una esperienza stimolante che mi ha permesso di intravedere il mondo universitario americano e di interagire con vari ricercatori che mi hanno dato utili consigli per il mio studio. Terminato il dottorato, ho potuto continuare la mia ricerca per un paio di anni con contratti di collaborazione coordinata e continuativa, prima all'Università di Firenze e poi all'Università Tor Vergata di Roma. Durante questo periodo, ho frequentato corsi, convegni e ho avuto la soddisfazione di tenere alcuni seminari internazionali e di pubblicare degli articoli di ricerca su riviste universitarie. Successivamente però non ho avuto modo di continuare, purtroppo questo bisogna metterlo in conto quando si tenta questa strada in Italia.
Non è stato facile riformulare il mio futuro e decidere cosa fare. Inizialmente ho trovato un lavoro per alcuni mesi presso la Società Italiana di Fisica (SIF), che ha sede a Bologna. Qui ho svolto mansioni editoriali e di segreteria: organizzazione del congresso nazionale, preparazione del Bollettino del congresso,...
 
Zanichelli Nel frattempo, ho iniziato una collaborazione continuativa con la casa editrice Zanichelli per la redazione di una collana di testi scolastici di matematica. Il lavoro era abbastanza vario: revisione del testo, redazione, rilettura per la correzione di errori matematici o di stampa, preparazione di esercizi, correzione di esercizi,.. Occasionalmente ho collaborato anche con la casa editrice McGraw-Hill di Milano per la redazione e la traduzione dall'inglese di testi universitari di matematica. Universita' di Modena Infine ho avuto anche la possibilità di collaborare per alcuni anni con la Facoltà di Ingegneria dell'Università di Modena, tenendo corsi introduttivi di Matematica e corsi di sostegno di Geometria in Dipartimento, e tenendo il corso di Geometria A presso l'Accademia Militare di Modena. Accademia Militare di Modena Sebbene fin dall'inizio non abbia mai desiderato insegnare, devo ammettere che questa esperienza mi è piaciuta molto ed è stata gratificante.
Questa attività mi ha permesso di dedicare parte del mio tempo allo studio della Fisica, interesse che si è risvegliato lavorando a stretto contatto con l'ambiente dei fisici, ai tempi della SIF. Così nel 2006 mi sono laureata con lode in Fisica presso l'Università di Bologna, con una tesi di Cosmologia. In seguito, grazie anche alla mia formazione informatica, ho vinto una borsa di studio di 2 anni per fornire un supporto con competenze astronomiche ad un progetto di realtà virtuale per il Planetario di Torino.
 
L'obiettivo di questo progetto, che si sta realizzando presso il Laboratorio di Realtà Virtuale dell'Alenia Spazio di Torino, è quello di visualizzare in 3D lo spazio conosciuto (Sistema Solare, Via Lattea, …). Ho però dovuto concludere questa esperienza, piuttosto interessante, dopo pochi mesi perché mi si è presentata un'occasione irrinunciabile: un'assunzione al CINECA (Consorzio Interuniversitario per il Calcolo Automatico dell'Italia Nord Orientale).
 
CINECA Il CINECA si trova a Casalecchio di Reno (BO) ed è il più grande centro di calcolo in Italia. Dispone di un ambiente di calcolo al massimo livello e ha risorse hardware avanzatissime. Le sue attività riguardano la progettazione di strumenti e tecnologie nel calcolo scientifico per la ricerca accademica pubblica e privata, e nei servizi gestionali per le università e il Ministero dell'Università e della Ricerca. Inoltre fornisce servizi d'avanguardia alla Pubblica Amministrazione e alle aziende. Io sono membro del gruppo di calcolo ad alte prestazioni (HPC) che si occupa dell'ottimizzazione di codici utilizzati nella ricerca e del supporto nel loro utilizzo da parte della comunità scientifica. Svolgiamo anche un'attività di formazione, tenendo corsi di programmazione in linguaggi di uso scientifico (C, C++, Fortran) e scuole estive di Calcolo Parallelo.
 
E così dopo vari anni di precariato, ma comunque belli perché ho avuto l'opportunità di fare tante esperienze diverse che mi hanno arricchito come matematico e come persona, finalmente ho raggiunto una posizione abbastanza stabile. Inoltre il lavoro che svolgo è di supporto alla ricerca e quindi non troppo lontano da quelli che erano i miei obiettivi iniziali. In fondo, riguardando il mio percorso, vedo che tutto il lavoro svolto finora è stato utile per arrivare fin qui.
 
Il consiglio che vorrei dare agli studenti che vogliono diventare matematici è quello di non arrendersi alle prime difficoltà e di non rinunciare alle proprie aspirazioni; il cammino può essere lungo e tortuoso ma aiuta a chiarirsi meglio quello che si desidera fare, e comunque il viaggio può essere imprevedibile e ricco di belle sorprese e piccole o grandi soddisfazioni...
 
(Scritta nel 2007)